Cubase Tutorial Logo

Forum | Membri | Contattaci | Torna all'indice

.
scuola_mixaggio_mastering

Il compressore e come settarlo nell' Home Recording

Prima guardate questi tutorial: Clicca qui !!! dal 13 al 16

 

Argomento enorme che non si può sintetizzare. Esistono dei compressori diciamo semplici ma spesso potrebbero non dare l'effetto voluto ma procedo con ordine...
Per chi vuol comprimere senza capire così la compressione allora consiglio un vst che emuli compressori come: La-2A ha solo due manopole una per l'IN e una per l'OUT.
Ha un rapporto fisso di attacco e di rilascio, se non sbaglio la ratio aumenta con l'aumentare del volume entrante tramite l'IN.
semplice facile suona bene ma non si sa cosa si fa.
Sta bene su voci, chitarre acustiche e un pò di tutto.
Un altro comp semplice per la voce è il Renasseince Vox della Waves e il Renasseince AXX per la chitarra elettrica, li si tira giù la leva "comp" e il lavoro è fatto.
Estremizzando una "compressione" anzi più precisamente una limitazione prova il Ultramaximizer L2 della Waves tiri giù la threshold che ti alza il volume percepito poi quando vedi entrare segnale nel parametro Atten(uazione) con segnale color giallo, in quel momento stai limitando/ "comprimendo".
Per compressione si intende comprimere la dinamica ossia il divario fra il volume più basso e quello più alto quindi se c'è una escursione da -20db (picco più basso) a -5db(picco più alto) qquindi con una differenza di 15 db comprimendo si potrebbe ottenere -10 db basso e -5db alto quindi un divario di soli -5db. Quindi si parla di compresisone della dinamica intesa come spostamento del volume. Risultato? Nel 99% dei casi aumenta la percezione del volume del segnale nonostante il picco massimo sia stabile a -5db.
Dovresti prima guardare tutti i tutorial sulla compressione nella sezione videoteca tanto per farti una idea.
Una compressione univoca non c'è è come dire voglio le migliori gomme che vadano bene su tutto. Ci sono le standard che in genere hanno buone performance poi ci sono quelle da pista, quelle da sabbia,quelle da neve, quelle da pioggia. Più sono specializzate meglio fanno poche cose ma al massimo.
Si può dire che la compressione abbai tracciato il confine fra musica moderna e musica antica o vecchia... tanto per dire quanto è iportante.

Ci sono dei parametri nel comp:
- Threshold: soglia ossia qual'è il valore oltre il quale il compressore si attiva, come la spia della benzina: a un certo valore si accende la lampadina
- ratio: rapporto di compressione esempio 5:1 ogni 5 db che superano la soglia il compressore ne fa passare uno solo
- attacco: quanto tempo ci mette il compressore a raggiungere il livello massimo di compressione impostato (esempio ratio 5:1) e questo avviene dopo che il segnale ha superato la soglia impostata threshold. Un esempio Threshold -20 db, ratio 5:1, attacco 0,23 ms = quando il segnale eccede i -20 db allora il compressore si accende e ci mette 0,23 secondi per raggiunge un rapporto di compressione da 1 a 5 db.
- Release: indica quanto tempo ci mette il compressore a smettere di comprimere dopo che il segnale ha a superato la soglia. Es: attacco 0,23 ms, release 250 ms, Dopo che ils egnale ha superato la soglia il compressore si attiva e l' inizia il conto alla rovescia anche per il release a meno che non ci sia un altro segnale che ri-superi la soglia, quindi 0,23 secondi per comprimere al massimo e 250 ms per smettere di comprimere.
Make up gain: comprimendo il compressore inizialmente si mangia del segnale che risulta essere compresso quindi dopo bisogna guadagnarlo di nuvo con il make up gain.

I compressori FET sono molto veloci e hanno un suono più aggressivo.
I compressori Opto sono più lenti e dolci nella loro azione: LA-2A sono opto.

In genere se c'è una regola inziale per coprimere correttamente è così facendo:
- io abbasso tutto la ratio
- metto al minimo l'attacco 
- metto al minimo il release
- abbasso la threshold finchè non sento quasi scomparire tutto il segnale
- sposto l'attacco finchè inizio a sentire il tic dell'attacco del suono che riesce a passare
Se è una chitarra inizierò a sentire il primo tic (quando dico tic intendo dire proprio tic ossia qualche millesimo di secondo)
Con il rullante inizio a sentire l'inizio della pacca
Con la cassa sento la punta della cassa.
Ok ho capito come scoprire l'attacco giusto.
Da li metto la ratio a 4/5 e la threshold finchè la GR (reduction gain) mi dice che sta entrando circa 6 db nel compressore.
Poi ricontrollo la GR (riduzione del gain) e ricompenso alzando il make up gain.

Ci riprovo più velocemente: ratio al massimo, threshold giù tutta, attacco al minimo, release al minimo, sposto attacco finchè sento il tic dell'attacco delllo strumento, sposto ratio a 5:1, alzo la threshold finchè vedo che vengono processati (lo vedo dalla gain reduction) 6 db, recupero circa 6 db sul make up gain.
Poi spengo il compressore e guardo qual'è il picco del canale senza comp (su cubase se schiaccio sul peak meter che si azzera per poi ridarmi il valore effettivo). Accendo il compressore ricalcolo il peak nello stesso modo e dovrebbe essere pressapoco uguale con comp acceso e con comp spento, l'effetto? Che a parità di volume con il comp il suono è più pregnante, presente, appunto copresso, con un sapore più saturo.

Che applicazioni?
- per tirare fuori carattere
- per comprimere il suono il che vuol dire che ci saranno meno oscillazioni nel volume e il segnale risulterà più costante - presente
- per esaltare il suono d'ambiente: comprimendo tanto la batteria e schiacciano molto gli attacchi il suono risulterà come più lontano e il rumore di fondo come riverbero della stanza, risonanza del body degli strumenti, verrà esaltato. Spiego ancora meglio: un suono è percepito vicino quando gli attacchi sono evidenti, mentre quanto sono tagliati è percepito come più distante
- per correggere esecuzioni non perfette: un cantante che non canta con il diaframma avrà un volume molto meno costante il compressore lo tirà più dritto come una buona emissione "canora"
- per cambiare il timbro tirando fuori le armoniche in quanto queste sono più basse dell'attacco e mozzando, livellando o gestendo gli attacchi si cambia il rapporto che questi avranno con le armoniche
- Per effetti speciali creativi come il Ducking (l'effetto per cui quando il dj parla la musica si abbassa automaticamente), effetto sidechain ossia il suono dei synth pad che va e viene a tempo della cassa

Ma voi vi chiederete perchè ho così tante volte parlato di attacchi mozzati, tagliati , abbassati se prima spiegavo che bisognava rispettarli e lasciarli passare illesi dalla compressione, giusto? Allora: il comp è verò che lasciava passare l'attacco ma in realtà non lo faceva passare totalmente illeso in quanto se all'inizio è come una punta molto fine con il comp viene man mano arrotondato quindi aumentandone la sezione. L'utilizzo della compressione in realtà è un buon compromesso fa un attacco abbastanza cuneiforme ma anche arrotondato opportunamente. In alcuni casi invece si lascia l'attacco al minimo proprio per mozzarli come nella compressione dei microfoni ambientali della batteria. Così facendo l'attacco verrà dato dai microfoni dei tamburi compressi con attacco lento (attacco intatto) mentre il body verrà dato dai microfoni ambientali della batteria a cui sarà applicata una compressione con attacco velocissimo quindi pari a zero.

Il limiter è un compressore talmente estremo che in realtà non lascia passare nulla oltre la soglia quindi ha un attacco immediato e costante. si usa per:
- dare densità al brano perchè se tolgo gli attacchi in realtà è come se il segnale musicale diventa più uniforme ossia senza sbalzi
- così facendo posso alzare il volume generale del segnale: mi spiego meglio: se lo zero db è il punto massimo in digitale vuol dire che se ho un picco massimo a 0 db e il resto del body o del corpo musica a -10 db in realtà sentirò la musica per la maggior parte del tempo a -10db tranne qualche sprazzo a 0db. Limitando il picco per esempio abbassandolo da 0 db a -5 db in realtà dopo potrai alzare tutto il locco musicale di 5db ottenendo undivario fra picco di soli 5 db e una percezione media del segnale come più forte.

Il sidechain è un modo per controllare il compressore con un altro segnale ossia c'è un suono costante tipo synth e comando il compressore su questi synth di modo che il compressore si attivi al suono di una kick. L'effetto che sentiremo è un synth che se prima faceva Whaaaaaaaaaaaaaaammmm ora farà a tempo di cassa; waumwaumwaumwaumwuamwaum con un effeto di apertura chiusura alternato.

Esistono tante tecniche di compressione avanzate come la compressione two stage ossia primo comprimo con attacco lento con un opto e poi con un comp veloce fet così ottengo un suono di rullante molto potente per cui disciplino gradatamente l'attacco del suono di rullante.

Compressione parallela: prima si comprime un suono con attacco lento lasciando passare inalterato l'attacco poi dalla stessa traccia faccio partire una mandata che comprime con attacco pari a zero di fatto mozzando gli attacchi e lasciando in primo piano il body, risultato = due canali da miscelare di cui uno mi da il punch dell'attacco e l'altro il body.

Altri metodi sono:
- ratio bassa e threshold che processa molto segnale = effetto più morbido e naturale di compressione
- ratio alta e threshold con poco segnale processato = compressione più pesante e percettibile

Mi son dimenticato di dire come si setta il release: 
- con compressione pesante state attenti a lasicarlo al minimo perchè se no si sente la distorsione
- con rilascio al minimo in genere smette subito di agire quindi alza di più le armoniche delle code del rullante per fare un esempio
- va settata più lento quando si percepsice un effetto di pumping nel momento in cui è fastidioso quindi allungandolo questo sparirà
- non lasciatelo troppo lungo se no non fa in tempo a smettere che dovrà riniziare di fatto non smettendo mai di comprimere....

 

Questa tabella vuol essere solo una indicazione di massima in quanto ci sono diversi modi per settare un compressore e ogni compressore potrebbe comportarsi in maniera talmente differente da un altro compressore da invalidare l'effetto cercato con questi settaggi

compressore settaggio home recording


compressore threshold home recording gain reduction home recording

 

Autore Muzak
Contatti: info@cubasetutorial.it


 

Scarica il Pdf di questo articolo

Qui troverete una raccolta di documenti riguardanti l'HomeRecording e in particolare la registrazione, il missaggio e la masterizzazione.
Se avete del materiale pubblicabile non esitate a contattarci e spedirci il vostro materiale, verrà riportato il vostro contributo.
Più materiale ci sarà e più verrà organizzato in capitoli, sezioni e sottosezioni.
Grazie per la collaborazione email.


 

 

* Il materiale eventualmente spedito dagli utenti dovrà essero libero da diritti d'autore e l'utente dovrà spedire il materiale, se e solo se accetta queste condizioni.
Nel caso non fosse rispettata questa clausola l'utente se ne assumerà tutte le responsabilità